Chat with us, powered by LiveChat

Diamanti: fra mito e leggende

È un mistero il fascino esercitato dai diamanti sin nell’antichità, quando una pietra che non poteva essere utilizzata né lavorata, veniva comunque acquistata a prezzi molto alti. Chiunque osservava un diamante, ne veniva stregato. Per la sua trasparenza, ma anche per la sua durezza, superiore a qualunque altra pietra preziosa. Miti e leggende provenienti dall’antica Grecia, definivano i diamanti “schegge di stelle cadute dal cielo sulla terra”. I Greci chiamavano questa pietra “adamas”, ovvero indomabile. E la parola diamante deriva proprio da questo termine. E’ del 15° secolo la scoperta che ha cambiato la storia di questa pietra. La durezza del diamante non è la stessa in tutte le direzioni. Questo che voleva dire? Che in alcune direzioni la durezza era inferiore e questo avrebbe consentito di poter tagliare il minerale, trasformando così una pietra “grezza” in un diamante sfaccettato. Questa trasformazione non farà che aumentarne il mito evidenziandone caratteristiche magiche. Il primo a definire in maniera netta la durezza del diamante rispetto agli altri minerali, fu l’austriaco Friedrich Mohs, che sviluppò una scala di durezza composta da dieci livelli. Il diamante, in questa scala, è l’unico minerale che raggiunge il livello di durezza dieci. Gli studi di Mohs confermarono ciò che già credevano i Greci: il diamante ha una durezza eccezionale ed è la sostanza più dura conosciuta in natura.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a utilizzare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito Web sono impostate su "Consenti cookie" per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui a utilizzare questo sito Web senza modificare le impostazioni dei cookie o fai clic su "Accetto" di seguito, acconsenti a questo.

chiudere